Lottie sui grandi schermi...?

Richard Curran di RTE Radio One ha parlato con Ian Harkin, fondatore di Lottie, a proposito della sua recente nomina a "regalo perfetto" e di quali sorprese ci riserverà in futuro la bambola più avventurosa e coraggiosa di sempre.

Come nasce l'idea di Lottie? Semplice: Ian sentiva particolarmente l'esigenza di una gamma di articoli sani, veri, quando si trattava di trovare una bambola per le sue nipotine. L'idea nasce proprio da quest'esigenza.

 

"Per diciotto mesi, abbiamo fatto ricerca con psicologi, riunioni con mamme e bambini... insieme abbiamo costruito tantissime idee per Lottie."



La caratteristica più importante di Lottie è il fatto che sia ideata sulla base delle misure di bambini veri, il che permette, secondo Ian, di legarla facilmente all'infanzia, relazionandola con qualsiasi attività che i piccoli abbiano voglia di fare.

Lottie è molto ambiziosa. Non contenta di aver viaggiato nello spazio nel 2015, nel 2016 la Lottie Archeologa è stata selezionata per diventare "Action Figure of the Year" al Toy of the Year Awards in America.

Questo è il periodo clou per l'industria del giocattolo, soprattutto per la preparazione all'annuale evento Irlandese sul gioco - the Late Late Toy Show.

Dando uno sguardo al 2018 e oltre, Ian ci lascia intendere che, dopo il successo nel mondo dei libri, Lottie potrebbe dirigersi verso un nuovo spin-off.

"Il prossimo grande passo sono i cartoni animati. All'inizio di quest'anno, abbiamo firmato un contratto di opzione con il team di Puffin Rock che va in onda su RTE."

Ad ogni modo, qualunque cosa Lottie stia per fare, con il Natale dietro l'angolo c'è un posto in cui è sicura di trovarsi nelle prossime settimane - sotto un bel po' di fantastici alberelli!


Share this post



← Older Post Newer Post →